Pancake proteico al cocco e arancia


Una deliziosa alternativa al classico pancake americano.
Questa versione ha meno grassi e più proteine, e può quindi essere gustato in ogni momento, senza sensi di colpa!

Al naturale oppure farcito, per colazione o merenda, ma anche per un pranzo o cena alternativo!


INGREDIENTI

Farina di grano tenero 0 o 00: 50 gr
Farina di cocco (no cocco grattugiato): 50 gr
Albume: 150 gr
Succo spremuto d’arancia (circa mezza arancia): 80 gr
Latte (vaccino o vegetale): 100 gr
Burro: 10 gr
Lievito per dolci: 8 gr

PROCEDIMENTO

  1. Mescolare gli ingredienti secchi in una ciotola (farine e lievito) e gli ingredienti liquidi in un’altra (albume, succo d’arancia, latte).
  2. Nel frattempo, sciogliere i 10 gr di burro a bagnomaria o al microonde.
  3. Unire gli ingredienti liquidi a quelli secchi, mescolando bene con una frusta o una forchetta.
  4. Unire infine il burro fuso ed amalgamare.

COTTURA

Cuocere sul fuoco in un padellino antiaderente, leggermente unto d’olio o di burro, a fuoco basso e con coperchio.
Quando in superficie si saranno formate delle bolle, e l’impasto avrà iniziato a rapprendersi per bene (dopo circa 10 min), girare il pancake e cuocere ancora per qualche minuto, sempre coperto e a fuoco basso.

UTILIZZO

Mangiati appena cotti, ancora tiepidi di fuoco, sono favolosi ma possono anche essere conservati in frigo per qualche giorno e scaldati qualche minuto prima del consumo, in forno o al microonde a basso voltaggio.
Questa versione è molto gustosa, quindi può essere mangiata anche senza aggiungere nulla. In alternativa, potete sbizzarrirvi con le più varie coperture: yogurt greco o ricotta o formaggio spalmabile, frutta, cioccolato, succo d’acero, miele…..e chi più ne ha più ne metta!

QUANTITÀ

Usando un padellino medio, da 20 cm, vengono 3 pancake.
In questo caso (usando latte di avena) la composizione nutrizionale per ogni pancake è la seguente: Kcal 207, Carboidrati 24gr di cui zuccheri 6gr, Grassi 6gr, Proteine 11gr.

NOTE

♦ I pancake, soprattutto se in versioni light e proteiche come questa, sono una validissima alternativa alla classica colazione con pane e fette biscottate, permettendo un miglior apporto nutrizionale senza rinunciare al gusto e alla qualità!

Pubblicato in Dolci, Dolci Cucinati | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Torta di carote

Una delle mie torte preferite, gustosa e profumata, ottima sia a colazione che come dolcetto durante la giornata!
La mia versione, pur usando il burro al posto dell’olio, è un po’ alleggerita rispetto all’originale, sia negli zuccheri che nei grassi.


INGREDIENTI

Farina di grano tenero tipo 00 : 100 gr
Amido di mais : 50 gr
Lievito istantaneo per dolci : 10 gr
Uova grandi : 2
Burro : 50 gr
Zucchero : 30 gr
Latte di riso : 125 gr
Carote : 180 gr
Scorzetta di limone : un cucchiaino colmo
Zucchero di canna mascobado : 6 gr

PROCEDIMENTO

  1. Grattugiare le carote, lavate e pelate, e metterle a scolare in un colino, eventualmente con un peso sopra per favorire il processo.
  2. Mescolare tra loro la farina, l’amido di mais, il lievito e la scorzetta di limone.
  3. Montare il burro con lo zucchero e, quando la crema è ben formata, aggiungere i tuorli continuando a montare fino ad ottenere un composto ben spumoso.
  4. Montare gli albumi a neve ben ferma.
  5. Unire al composto di tuorli-burro-zucchero, poco alla volta alternandoli e avendo cura di mescolare piano dal basso verso l’alto, il mix di ingredienti secchi e il latte, fino ad esaurimento.
  6. Aggiungere ora l’albume montato a neve, sempre mescolando piano dal basso verso l’alto per incorporare aria e non smontare troppo il composto.
  7. Unire infine le carote grattugiate.
  8. Distribuire il composto sulla teglia (tonda da 20 cm) e spolverizzare la superficie con lo zucchero di canna mascobado.
  9. Infornare.

COTTURA

In forno statico a 180°C per circa 35 minuti.

UTILIZZO

A colazione o a merenda, un po’ intiepidita (anche in microonde a basso voltaggio) per esaltare profumi e aromi.
Si può accompagnare, a seconda del gusto e delle preferenze, a yogurt bianco, panna acida, panna montata, gelato alla vaniglia o anche ad una crema al formaggio.

QUANTITÀ

Questa ricetta è tarata per una teglia tonda piccolina, da 20 cm.
Risultano 4 porzioni corpose (da usare, per esempio, per fare colazione accompagnate con una tisana, un caffè o uno yogurt magro) oppure 8 porzioni più contenute (da usare come dolcetto di fine pasto o come merenda).

NOTE

♦ Le carote andrebbero grattugiate finissime o, addirittura, qualcuno le trita col tritatutto o col frullatore. A me piace sentire il croccantino della carota, e quindi le grattugio un pochino più spesse.
♦ Facendo 4 porzioni, una porzione ha: Kcal 340, Carboidrati 47 (zuccheri 14), Grassi 13, Proteine 7.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PLUMCAKE SALATO CON FARINA DI PISELLI E SEMI OLEOSI

Una ricetta semplice e veloce ma al tempo stesso sfiziosa e particolare, sia nel gusto che nell’aspetto. Ben bilanciata dal punto di vista nutrizionale, si adatta bene ad essere utilizzata sia come antipasto che come piatto principale!

INGREDIENTI

Farina di piselli : 250 gr
Uova medie : 3
Latte : 150/200 ml
Olio evo : 3 cucchiai
Semi oleosi : 3 cucchiai di semi misti
Lievito istantaneo per salati o cremortartaro: 1 bustina
Sale : 2-3 pizzichi

PROCEDIMENTO

  1. In una ciotola capiente setacciare insieme la farina di piselli ed il lievito.
  2. Separare i tuorli dagli albumi ed aggiungere alla farina i 3 tuorli, i 3 cucchiai di olio ed il latte a filo, mescolando fino ad ottenere un composto  uniforme e morbido.
  3. Unire il sale ed i semi oleosi e mescolare.
  4. Montare a neve gli albumi ed unirli, in due riprese, all’impasto.
  5. Rivestite di carta forno lo stampo da plumcake, trasferirvi l’impasto ed infornare subito. [Se volete potete praticare un taglio sulla superficie superiore per guidare l’apertura del plumcake dovuta alla lievitazione – cosa che io, come vedete, non ho fatto…ed infatti si è aperto dove ha voluto!]

COTTURA

In forno a 160°C per 40 minuti circa.

UTILIZZO

Potete servirlo freddo (a temperatura ambiente), intiepidito o anche leggermente tostato.
Essendo piuttosto asciutto, consiglio di accompagnarlo con una salsa dalla consistenza abbastanza morbida e dal gusto dolce o piccante a vostro piacere. Ad esempio un sugo al pomodoro, una salsa di verdure a vapore frullate con un po’ d’olio o di latte vegetale, una ricotta o una salsa ai formaggi…
Per una colazione originale consiglio anche l’abbinamento dolce: uno strato di ricotta o di avocado, un po’ di miele o marmellata o sciroppo di datteri, o una banana frullata con un po’ di uvetta.

QUANTITÀ

Per 4/8 persone a seconda che lo serviate come antipasto o come piatto principale.

NOTE

♦ Scegliete i semi oleosi che più preferite. Io ho usato semi di zucca, girasole e papavero ma potete usarne anche altri o provare a sostituirli con qualche noce tritata.

♦ Per poter utilizzare al meglio le proteine vegetali presenti nei piselli, abbinatelo ad un cereale, che può essere grano, mais, riso o altro ancora: una fetta di pane, un paio di crostini, della polenta…

♦ La composizione nutrizionale, ogni 100 gr, è più o meno questa: Kcal 250, grassi 10, carboidrati 22 (di cui zuccheri 3), fibre 6, proteine 14.

 

 

Pubblicato in Salati | Contrassegnato , , | Lascia un commento

SENAPE

Ah, la senape! O la ami, o la odi.
Per anni l’ho acquistata in vasetto, cercando di scovare la migliore, come quella di Dijon.
Ora però ho scoperto che farla a casa è semplice e veloce, e viene un milione di volte più buona della miglior senape che possiate acquistare! In più la potete personalizzare a vostro piacere….più o meno dolce, più o meno densa, con ulteriori spezie o “pura”.
Meraviglia…

INGREDIENTI

Semi di senape gialla : 25 gr
Semi di senape nera : 25 gr
Aceto di mele : 40gr
Acqua : 40gr
Olio evo : 10 gr
Zucchero di canna : 10 gr

PROCEDIMENTO

  1. Mettere in ammollo i semi di senape nell’aceto, lasciando riposare una notte intera.
  2. Il giorno seguente, inserire tutti gli ingredienti in un mixer o frullatore, e frullare fino ad ottenere la consistenza desiderata. Aggiungere eventuale olio od acqua per rendere la salsa più morbida.

UTILIZZO

Si può utilizzare da subito per condire od accompagnare ogni piatto che desideriate.
Ottima col bollito di carne e il pane integrale!
Si conserva in un barattolo ben chiuso in frigorifero, anche per un paio di mesi (testato personalmente).

QUANTITÀ

Circa un etto e mezzo, ottima per l’uso di una o due persone per almeno un mesetto.

NOTE

♦ Difficilmente riuscirete a frullare il composto così bene da non far rimanere nessun granello di senape intero: è normale. Ed è bello (e buono) anche così!

♦ Il gusto è molto intenso, ben diverso dalle salse acquistate. E per esperienza vi dico che riesce a piacere anche a chi non gradisce la senape!
Se però preferite un gusto più morbido potete diminuire un po’ la dose di aceto aumentando, di conseguenza, quella dell’acqua, e/o aumentare un po’ la dose di olio.

♦ Con le dosi di questa ricetta, la composizione nutrizionale per 100 gr è più o meno la seguente: Kcal 198, Grassi 14, Carboidrati 12 (di cui zuccheri 6), Proteine 6,5.

 

Pubblicato in Preparazioni base | Contrassegnato , | Lascia un commento

CREMA DI RISO ALL’INDIANA

Un dolce davvero speciale, scoperto grazie ad una recente cena al ristorante indiano vicino a casa.
E potevo non provare a riprodurlo? Beh, contro ogni mia aspettativa….è venuto davvero buonissimo!
Ottimo in ogni occasione e semplicissimo da preparare…provare per credere!

 

INGREDIENTI

Latte intero fresco : da 800 ml a 1 lt
Riso basmati : 100 gr
Cardamomo : 4 baccelli
Zafferano : 2 stimmi
Mandorle : 15 gr
Noci pecan (o pistacchi o noci) : 10 gr
Uvetta sultanina : 15 gr
Zucchero bianco : 15 gr

PROCEDIMENTO

  1. In una pentola versare tutto il latte e farlo scaldare ben bene a fuoco medio-basso.
  2. Nel frattempo, aprire baccelli di cardamomo, estrarre i semi e pestarli fino a farne una polvere fine.
    Tritare mandorle e noci pecan (o pistacchi o noci).
  3. Quando il latte è ben caldo, prelevarne 2 cucchiai, metterli in un contenitore a parte e unire i 2 stimmi di zafferano [non di più, davvero, fidatevi!]. Lasciare in infusione.
  4. Unire il riso e la polvere di cardamomo al latte rimasto nella pentola. Far cuocere a fuoco medio-basso per 30-40 minuti, fino a quando il riso non sarà ben sfaldato, mescolando di tanto in tanto per non far attaccare e per non fare gonfiare il latte. [Per aiutare lo sfaldamento del riso, verso fine cottura potete mantecare il composto mescolandolo energicamente con una frusta per un minuto o due].
  5. Aggiungere ora il latte rimasto in infusione con lo zafferano, l’uvetta sultanina e la frutta secca tritata. Cuocere a fuoco basso per 3-4 minuti, giusto il tempo di insaporirsi.
  6. Togliere dal fuoco, aggiungere lo zucchero e mescolare bene.
  7. Servire.

UTILIZZO

Pur essendo un dolce dal gusto e profumo molto etnici, si presta facilmente ad ogni utilizzo voi desideriate, che sia una colazione o una merenda o un fine pasto.
Un dolce al cucchiaio da servire caldo o tiepido.
Omettendo lo zucchero nella preparazione della crema, potete servirla accompagnata da qualche biscotto da inzuppare, da una fetta di torta soffice o da gelato.

QUANTITÀ

Da 2 a 4 porzioni, a seconda che le preferiate più o meno abbondanti e che serviate la crema da sola o accompagnata ad altro.

NOTE

♦ Per chi ama i dolci “poco dolci”, come me, consiglio di omettere lo zucchero nella preparazione. Viene forse più buona della versione zuccherata!

♦ La quantità di latte da usare è variabile e dipende da quanto denso lo desiderate e da quanto liquido assorbe il riso che utilizzate. Consiglio di provare la prima volta con 800 ml, così vi rendete conto se può essere una quantità giusta per voi o se dovete aumentare un po’!
Se lo preparate il giorno prima per servirlo il giorno dopo, durante la notte passata in frigo la crema di riso si addenserà. In questo caso, quindi, è preferibile usare fin da subito una quantità di latte maggiore.

♦ La composizione nutrizionale per 100 gr di crema cotta (fatta utilizzando 800 ml di latte) è più o meno questa: Kcal 190, Grassi 7.4, Carboidrati 35.6 (di cui zuccheri 20), Proteine 16.
Ben bilanciato!

Pubblicato in Dolci, Dolci Cucinati | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento