ART COOKIES – PAPERINO NATALIZIO

art cookies - paperino natalizio

It’s Christmas time!
Siamo a dicembre e Natale è davvero dietro l’angolo, tutto si veste di lucine ed addobbi, anche i personaggi dei cartoni animati!
Ecco qui, allora, un Paperino col cappello di Babbo Natale e sorrisone festaiolo!
Chissà com’è preso, lui, con i regali di Natale….!

Ed ecco come è fatto.

 

Art cookies Paperino natalizio vassoio

Paperino natalizio, confezionato.

VASSOIO: il solito cartone di quelli spessi e rigidi, ritagliato quasi “in figura”, lasciando giusto un po’ di spazio per parte per far risaltare meglio il biscotto. Rivestito di carta velina azzurra (ho provato con colori più natalizi ma stonavano!) e poi, sopra alla velina, carta trasparente per alimenti.
Una volta appoggiato (glass-incollato) il biscotto, il tutto viene rivestito con la stessa carta trasparente per alimenti.

Per qualche suggerimento sul vassoio, clicca qui.

PAPERINO: è un biscotto di pasta frolla decorato solo con glassa reale, più o meno colorata.
Il procedimento che ho seguito è simile a quello usato per Paperino Arrabbiato, con la differenza che qui la “fase pittura” ha coinvolto solo il cappello e gli occhi (e se mi fossi ricordata di fare il fondo degli occhi con una glassa già colorata di azzurro, invece che con quella bianca, avrei evitato di colorare anche quelli!).
Quindi, prima di tutto ho disegnato tutti i contorni, interni ed esterni, con la ghiaccia nera: non ho disegnato solamente le pupille degli occhi.
E ho lasciato asciugare.

art cookies - paperino natalizio - particolare del cappello

Il bordo ed il pon pon del cappello, con l’effetto “pelo arruffato”.

Poi ho iniziato a riempire le varie parti: il cappello e la lingua di glassa rossa; il bordo ed il pon pon del cappello, il piumaggio di Paperino e l’interno degli occhi, di glassa bianca; il becco interno di glassa arancione chiaro; il becco esterno di glassa arancione più scura. Anche in questo caso, negli spazi più stretti ed angusti (la lingua, gli spazi tra occhio e sopracciglio, alcune parti del becco) ho usato uno stuzzicadenti per posizionare la glassa.
E ho lasciato asciugare.
Poi, ho ripassato di glassa bianca il bordo e il pon pon del cappello, perché volevo dare l’idea di “pelo arruffato”: ho quindi usato una glassa piuttosto plastica e l’ho distribuita in maniera non uniforme, facendo dei piccoli ciuffetti vicini l’uno all’altro, in modo che desse questo effetto.

 

 

art cookies - paperino natalizio - prima della pittura

Paperino natalizio, prima dell’operazione finale di pittura.

Infine ho pitturato il cappello (2 mani di colorante in polvere rosso diluito con Brandy) e l’interno degli occhi (1 mano di colorante in polvere azzurro diluito sempre con Brandy). E direi che ci voleva proprio, perché il cappello di Babbo Natale non può essere rosa!

Ho lasciato asciugare ed eccolo pronto.

LA FORMA: ho trovato l’immagine in internet e, dopo averla opportunamente ingrandita, l’ho stampata e ritagliata.

 

Per qualche suggerimento, clicca qui.
Se hai voglia, vai alla galleria di Art Cookies.

Questa voce è stata pubblicata in Art Cookies, Dolci e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento