COMPOSIZIONE DI NATALE (panpepato e ricotta/cocco)

composizione di nataleBuon Natale!

Questa composizione di Natale è fatta di due diversi dolci, tagliati e formati in modo da sembrare un paesaggio innevato con palle di neve e un pupazzo di neve al centro: molto natalizio e di grande effetto!
E nasce proprio dall’esigenza di creare un dolce a tema natalizio, che sia di bell’effetto e decisamente originale, e dall’esigenza parallela di equilibrare il gusto dei due dolci che ne fanno parte, affiancandoli l’uno all’altro.

Ecco come è fatto.

Il dolce scuro, che sembra un salame di cioccolato affettato, è in realtà panpepato, un dolce umbro tipico delle festività natalizie, fatto di frutta secca, cacao, miele e spezie. Ha un gusto molto particolare, intenso, più speziato che dolce, un po’ asciutto, ed è perfetto abbinato a qualcosa di più dolce, delicato e cremoso.
Il dolce bianco, composto a forma di palle di neve e di pupazzo di neve, è invece fatto di ricotta, cocco grattugiato e zucchero a velo mescolati assieme e, dopo avergli dato la forma desiderata, rotolati nel cotto grattugiato.
I particolari del pupazzo di neve sono fatti con canditi, gocce di cioccolato e ghiaccia reale.

Bisogna innanzitutto preparare i dolci che si andranno poi ad usare: cuocere e lasciar raffreddare il panpepato (tenendolo qualche ora in frigo in modo che si compatti meglio); preparare l’amalgama di ricotta, cocco e zucchero a velo; preparare la ghiaccia reale.

Si passa poi ad assemblare il tutto.

Innanzitutto, bisogna imburrare il vassoio che conterrà la composizione e cospargerlo di zucchero a velo e una manciata di cocco grattugiato: in questo modo avrete un vassoio che sembrerà già innevato.

Poi, tagliate a fette di uguale spessore il panpepato e le disponete attorno al centro del vassoio, lasciando uno spazio per inserirvi il pupazzo di neve. Le disponete tutto attorno, come fossero i petali di un fiore, e disponete poi una seconda fila di fette al di sopra di esse, perpendicolarmente alle prime, solo attorno al pupazzo di neve, in modo da incorniciarlo (e da fargli una cornice che gli impedisca di rotolare in giro per il vassoio nel caso di urti o cedimenti improvvisi!).

composizione di natale, pupazzo d neve

Il pupazzo di neve.

Passate ora al pupazzo di neve: con l’impasto di ricotta create due palle, una più grande che farà da corpo e una più piccola che farà da testa, e rotolatele nel cocco grattugiato. Poi mettete un po’ di glassa al centro del vassoio, pulite dal cocco la base del corpo e appoggiatelo sopra; pulite la parte superiore del corpo, mettete un po’ di glassa, pulite la parte inferiore della testa e appoggiatecela sopra.
Con due gocce di cioccolato fate gli occhi, con un candito giallo il naso, con tre canditi verdi i bottoni, con una fettina di ciliegia candita la bocca: e li incastrate bene al loro posto.
Infine, con la glassa colorata disegnate la sciarpa, le braccia e incollate il cappello (fatto di mezza ciliegia candita) disegnandone il bordo e il pon pon.

In ultimo, preparate le palle di neve, formando l’impasto di ricotta in tante piccole palline rotolate nel cocco. Alcune le disponete al di sopra delle fette di panpepato, incollandole con un po’ di glassa in modo che stiano al loro posto. Altre le disponete tutto attorno nel vassoio, a piacere.

Come ultimo tocco, distribuite sopra al tutto una manciata di cocco grattugiato, ed eccolo pronto!

Si conserva in frigo (soprattutto per l’impasto di ricotta, che necessita di essere conservato al fresco).
Vi avverto che, in frigo, la glassa reale non solidifica, e quindi vi resterà sempre un po’ molla: ma assolverà comunque alla funzione sia di stabilizzatrice che di decoro (e il pupazzo di neve vi starà su senza bisogno di stuzzicadenti!).

Questa voce è stata pubblicata in Dolci e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento