ART COOKIES – PRINCIPESSA

principessaImmancabile, per la festa di compleanno di una bambina: la principessa!
Anche se questo biscotto non è di grandi dimensioni, realizzarlo è costato un po’ di fatica: la sagoma è poco lineare (soprattutto la zona del fiocco e quelle delle maniche) e ritagliarla sulla pasta frolla è stato impegnativo; e altrettanto impegnativo è stato rendere l’effetto dei capelli e disegnare il viso.
Alla fine, comunque, il risultato è abbastanza convincente anche se, vi dirò la verità, non è riuscito proprio come speravo…
VASSOIO: è un cartoncino di quelli spessi (per intenderci, un pezzo di uno scatolone di quelli per merci pesanti, che trovate al supermercato) ritagliato a rettangolo. Avvolto da carta velina verde acido e ricoperto con carta trasparente per alimenti.
Dopo aver adagiato (glass-incollato) il biscotto, ho come sempre ricoperto il tutto con carta trasparente per alimenti.
Un consiglio: per essere sicura che il biscotto non ballasse di qua e di là, ho messo tre pois di glassa, uno sotto la testa, uno sotto il busto e uno sotto la gonna. E il biscotto, effettivamente, non ha ballato mai. Peccato però che quando la bambina destinataria del regalo, entusiasta, ha cercato di staccare il biscotto dal vassoio (con tutta la delicatezza che possono avere i bambini entusiasti di un regalo di compleanno), il biscotto si è spezzato, anzi, si è decapitato! E nel giro di un nanosecondo, la bambina è passata dall’entusiasmo sorridente al pianto disperato! Quindi, non eccedete con i pois di glassa, e soprattutto mai metterne uno sotto alla testa!

Per qualche suggerimento sul vassoio, clicca qui.

PRINCIPESSA: è un biscotto di pasta frolla decorato solo con glassa reale, con diverse gradazioni di colore.
Come vedete ci sono molti colori diversi, ognuno per una zona specifica, che confinano tra loro senza però mescolarsi mai: per ottenere questo effetto bisogna colorare i vari spazi stando bene attenti che una zona sia asciutta prima di colorare quella confinante. Se così non fosse, rischiereste di trascinare con voi il primo colore, non bene asciutto, nel secondo.
Ho quindi prima colorato il corpetto e il fondo della gonna dello stesso rosa acceso ed i capelli di giallo: sono zone che non confinano tra loro e quindi possono essere colorate contemporaneamente. Ho lasciato asciugare e prima che i capelli fossero del tutto asciutti, ho tirato la glassa gialla con uno stuzzicandente in modo da creare delle linee ondulate che dessero l’impressione di capelli in movimento.
Ho colorato poi le spalle, il collo e il viso di rosa chiaro. Ho lasciato asciugare.
Poi ho colorato di lilla il fiocco, la fascia mezzana della gonna e le maniche: in questo modo le maniche possono sovrapporsi alle spalle (già colorate) quel tanto da dare l’effetto del vestito adagiato sopra al corpo.
Ho colorato di rosa ancora più acceso la fascia più superiore della gonna, quella molto stretta, e il fiocco, sovrapponendomi alla base lilla colorata prima. Ho lasciato asciugare.
Ho colorato braccia e mani di rosa, e in questo modo le mani possono sovrapporsi alla gonna (già colorata e asciutta) stando così in rilievo rispetto al resto, e dando quindi un po’ di plasticità al corpo. Ho disegnato occhi e naso (con un grigio scuro), bocca (con il rosa molto carico del fiocco) e la collana (con puntini di glassa bianca).
Ho lasciato asciugare ed eccola pronta.
E ora vi dico cosa non mi convince di questa principessa: pensando di stendere meglio la glassa e di dare un’idea di movimento, ho tirato la glassa rosa scuro della gonna e la glassa lilla di gonna e maniche, usando il dorso bagnato di un cucchiaio. L’effetto finale, però, non è quello che volevo e non mi è piaciuto per niente: ci sono sì sfumature di colore, ma invece di dare l’effetto di movimento danno, secondo me, un effetto di “pastrocciato”, di fatto male, e di troppo opaco. Questa soluzione, quindi, non mi ha convinto per nulla.

 LA FORMA: Ho trovato in internet un’immagine di principessa che fosse però anche relativamente semplice da ritagliare, e cioè che avesse il bordo esterno il più lineare possibile. L’ho stampata in A4 e ritagliata.
Se volete fare un biscotto a forma di principessa, vi consiglio davvero di cercare una forma il più semplice possibile perché la resa su carta è molto diversa da quella su pasta frolla! Per dare movimento, quindi, puntate più su colori e decorazioni, piuttosto che sulla forma esterna.

Per qualche suggerimento, clicca qui.
Se hai voglia, vai alla galleria di Art Cookies.

Questa voce è stata pubblicata in Art Cookies, Dolci e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento